Libertà di non fumare

 

A partire dal 1° marzo anche sui treni Eurostar e sui nuovi Intercity di Trenitalia non sarà più possibile fumare. Il divieto si aggiunge a quello su tutti i treni regionali e interregionali in vigore dal 14 aprile, e già in vigore sui treni metropolitani.

Attualmente sugli Intercity, sugli Espressi giorno e sulle carrozze posti a sedere dei treni notte, solo due carrozze sono riservate ai fumatori, la prima e l’ultima, una di 1° e l’altra di 2° classe, così da separare la carrozza riservata ai fumatori dalle altre.

Il provvedimento s'inserisce nel programma "Libertà di non fumare", e anticipa di un anno i tempi di applicazione del nuovo decreto sulla tutela della salute previsto per la prima metà di gennaio 2005, interesserà per il momento 130 Eurostar e 18 Nuovi Intercity, treni sui quali verranno fatti interventi per rimuovere tracce di fumo (su tappezzeria, moquette e pareti). Gradualmente il provvedimento sarà esteso a tutti i Nuovi Intercity operativi nel 2006.
Si tratta di una scelta che risponde alle esigenze della clientela e delle Associazioni dei consumatori rientrando nelle campagne promosse dal Ministro Sirchia per ridurre i danni del fumo passivo.

Smettere di fumare è una delle scelte di base per salvaguardare la propria salute. Ma abbandonare la sigaretta non è facile, si fa fatica, perchè il fumo non è solo un modo per combattere l'ansia.
La dipendenza dal fumo ha caratteristiche diverse e varia in base allo stadio motivazionale del soggetto. A questo proposito, il Centro Antifumo ISP ha condotto una indagine pilota per indagare le motivazioni che inducono a fumare. Dalla ricerca è emerso che il comportamento di dipendenza dal fumo presenta caratteristiche diverse in relazione allo stadio motivazionale in cui si trova il soggetto.

HOME

Copyright © 1998-2014 CroceItaliana.it/com inc. Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione, anche parziale del sito.

Marchi registrati e segni distintivi sono di proprietà dei rispettivi titolari.